La storia della mia carriera in radio

La storia della mia carriera in radio

05/11/2019

Ho sempre avuto una grande passione per la musica, la adoravo e volevo che la mia carriera seguisse quella strada. Ma 24 anni fa fui molto sfortunato: fui coinvolto in un incidente stradale tra cinque auto in cui rimasero ferite sette persone: io subii i danni maggiori. Mi fu diagnosticata una tetraplegia C6-C7, e questo significava che avrei trascorso gli 8 mesi successivi in ospedale e nei centri di riabilitazione. 

Continua a leggere
Una me più in forma

Una me più in forma

10/09/2019

L’utente medio attivo su una carrozzina manuale esegue tra 2.000 e 3.000 spinte in un solo giorno. Le eventuali conseguenze che possono ripercuotersi sulla parte superiore del corpo sono enormi. Non bisogna permettere al proprio corpo di indebolirsi, bisogna rimettersi all’opera e recuperare le forze. E' fondamentale tenersi alla larga dagli infortuni.

Continua a leggere
Costruire la vita che ami

Costruire la vita che ami

25/06/2019

Sono grata ai miei genitori per avermi insegnato a vedere oltre la mia carrozzina e per avermi insegnato che ognuno si crea la propria vita. Forte dei consigli dei miei genitori, ho deciso di fare proprio questo, modellare la mia vita nel modo in cui volevo che fosse.

Continua a leggere
La mia avventura di un anno con Earle

La mia avventura di un anno con Earle

07/05/2019

Viaggiare in autonomia offre l’opportunità di vedere il mondo e di incontrare le persone in un modo che non può verificarsi quando si ha la sicurezza e la familiarità di un compagno di viaggio. Inoltre, non sono mai stata interessata a viaggiare con gli altri. E poiché ho conosciuto la perdita dell'indipendenza, prima di riacquistarla attraverso Earle, mi sento ancora più libera, indipendente e capace di tutto.

Continua a leggere
Linguaggio da usare quando parliamo di disabilità

Linguaggio da usare quando parliamo di disabilità

26/02/2019

Il dibattito sulla definizione della disabilità è stato molto acceso negli ultimi anni. Per vari decenni, infatti, è stato perpetrato un uso scorretto di numerosi termini che si riferiscono alle persone con disabilità, quali “diversamente abile”, “inabile”, “handicappato”, “portatore di handicap”, “ritardato”, “invalido”. La maggior parte di questi termini è adesso considerata offensiva, o quantomeno scorretta. 

Continua a leggere
Displaying results 1-5 (of 11)
  < 1 - 2 - 3  >